Italiano

Bordighera e i Premi delle Cinque Bettole

I Premi delle “Cinque Bettole” sono stati una manifestazione di grande successo a Bordighera per oltre un decennio. L’iniziativa nacque in continuità con l’idea di Giuseppe Balbo, pittore e maestro di pittura poi coinvolto anche nell’organizzazione delle Mostre dei Pittori Americani e del Salone dell’Umorismo, di realizzare negli anni 1947-1950 delle mostre riservate ai suoi allievi. Nel 1950 l’esposizione-concorso venne intitolata “I Premio Pittori della Domenica” e presentata nei locali del ristorante Pinin a Capo Ampelio in collaborazione con alcuni sanremesi, quali Renzo Laurano e Mario Cupisti. Nel 1951 la “II Mostra Pittori della Domenica. Premi Cinque Bettole” si svolse per la prima volta in cinque osterie della città vecchia di Bordighera, da cui presero il nome le edizioni successive. Nel 1952, probabilmente su iniziativa degli scrittori facenti parte del gruppo degli organizzatori dei premi, tra cui Laurano e Guido Seborga, si affiancò al Premio per la pittura anche quello per il miglior racconto e l’evento divenne un appuntamento fisso dell’estate, con più e meno risalto, fino almeno al 1961: nelle osterie si esponevano i quadri, la piazza principale del paese ospitava la serata di premiazione dei concorsi letterari e artistici.

Il particolare fervore di Balbo e l’impegno propagandistico della locale Azienda Autonoma raggiunsero il loro apice alla metà degli anni Cinquanta grazie anche all’attivismo organizzativo di Seborga e Laurano, e alla presenza ormai ricorrente a Bordighera di scrittori come Giacomo Natta, originario di Vallecrosia, e Carlo Betocchi. Il prestigio di tali personalità fu senz’altro decisivo per favorire la diffusione nazionale dei bandi di concorso, e per attrarre partecipanti ai premi e alle loro giurie. Fu infatti soprattutto quello letterario ad annoverare nomi importanti tra i giurati (Carlo Betocchi, Carlo Bo, Anselmo Bucci, Italo Calvino, Camillo Sbarbaro, Guido Seborga, Bonaventura Tecchi, Giancarlo Vigorelli…) e tra i giovani autori premiati (già conosciuti come Giuseppe Berto o Elio Filippo Accrocca, ma anche di successiva notorietà, come Francesco Biamonti, Fulvio Tomizza, Giuseppe Berto, Gian Franco Vené, Bruno Gambarotta per citarne soltanto alcuni).  

Purtroppo, la maggior parte degli archivi dei Premi sembra essere andata irrimediabilmente dispersa con la soppressione dell’AAST/APT di Bordighera che li conservava, ma un lavoro di ricerca ormai pluridecennale iniziato dal pittore Enzo Maiolino ha permesso di ricostituire la cronologia e la storia di una manifestazione che merita di essere ricordata.  

 

Gli antefatti:           

“I Mostra di pittura dei dilettanti di Bordighera”, inaugurata il 27 aprile 1947, al bar Florida (corso Italia).
“II Mostra dei Pittori della Domenica”, 14-16 maggio 1948, Hotel Park (Palazzo del Parco).
“III Mostra dei pittori della Domenica”, inaugurata il 10 luglio 1949, al bar Florida (corso Italia).
“I Premio Pittori della Domenica”, 30 agosto 1950, terrazza del ristorante Pinin (Capo Ampeglio)

 Le “Bettole”:

 “II Mostra Pittori della Domenica – Premi cinque bettole”, 8-10 agosto 1951, osterie della città alta.

 “Premi Cinque Bettole 1952”, nascita del premio letterario per una novella da essere illustrata con successivo concorso di pittura, 26 luglio-9 agosto 1952, osterie della città alta.

 “Premi Cinque Bettole 1953”, premio letterario per una novella da essere illustrata con successivo concorso di pittura, 26 luglio-9 agosto 1952, osterie della città alta.

 “Premi Cinque Bettole 1954”, premio letterario e concorso di pittura, premiazione il 7 agosto 1952 (poi rinviata), osterie della città alta.

 “Premi Cinque Bettole 1955”, premio letterario e concorso di pittura, premiazione il 13 agosto 1955, osterie della città alta.

 “Premi Cinque Bettole 1956”, premio letterario per la narrativa e per il miglior articolo di giornale e concorso di pittura, premiazione l’11 agosto 1956, osterie della città alta.

 “Premi Cinque Bettole 1957”, premio letterario per la narrativa e la poesia e concorso di pittura, premiazione il 27 luglio 1957, osterie della città alta.

 “Premio Cinque Bettole 1958”, concorso di pittura, premiazione il 24 agosto 1958, osterie della città alta.

 “Premio Cinque Bettole 1959”, concorso di pittura, premiazione il 4 ottobre 1958, osterie della città alta.

 “Premi Cinque Bettole 1961”, premio letterario e concorso di pittura, premiazione il 2 agosto 1961, osterie della città alta.

 Il seguito:

 “Premio di pittura ‘5 Bettole’ - Premio Bordighera 1962”, concorso nazionale di pittura cui si partecipa su invito e riservato agli minori di 35 anni, premiazione il 18 agosto 1962 (esposizione dal 18 agosto al 9 settembre), Salone di San Bartolomeo (Ex-Oratorio) nella città alta.

 “Premio Bordighera 1963”, concorso nazionale di pittura cui si partecipa su invito e riservato agli minori di 35 anni, premiazione il 22 dicembre 1963 (esposizione dal 22 dicembre 1963 al 19 gennaio 1964), Palazzo del Parco.

 “Rassegna di grafica italiana contemporanea”, 3-22 luglio 1964, Palazzo del Parco.

 “Premio Cinque Bettole 1964”, concorso di pittura a partecipazione e tema liberi, premiazione l’8 settembre 1964 (esposizione dal 22 agosto all’8 settembre), osterie della città alta.

Scheda a cura di Claudio Panella, autore di una ricerca dedicata alla storia dei Premi che sarà presto oggetto di una pubblicazione. 

Ezio Benigni, fotografo

"Ezio Benigni, fotografo" è una nuova pubblicazione curata dal Comune di Bordighera che va ad arricchire la già prestigiosa collana a cui appartengono libri celeberri...

Per saperne di più >

I fondali di Capo Ampelio

In questa pagina trovate la descrizione di un'opera estremamente preziosa, sia per contenuto che il modo in cui è stata scritta, dedicata ai fondali di Sant'Ampelio. Paolo e...

Per saperne di più >

Albis

STEFANO ALBIS Nasce a Ventimiglia nel 1973, vive da sempre a Bordighera. Web developer di professione, musicista autodidatta, laureato in comunicazione. Affascinato dalle arti vis...

Per saperne di più >