Italiano

Le mostre di Theo Chanel e Gabriele Lia

Comune di Bordighera
Associazione Fuoriasse Bordighera

Sala Rossa del Palazzo del Parco
Mostra di Theo Chanel e Gabriele Lia
Dal 28 marzo al 13 aprile 2015
Orario: dalle 10.00 alle 20.00

Direzione artistica: Mauro Agosta
Testo di presentazione: Valerio Moschetti

Theo Chanel

Bordighera, una perla affacciata sul mar ligure. Sarà il suo clima favorevole, sarà la sua posizione geografica che la rende lontana ed irraggiungibile rispetto a mete più "normali" e spesso banali, fatto è che tutto ciò che la riguarda e di lei fa parte ha un non so che di esotico, speciale ed unico. Non solo la natura si esprime con fantasia, colori e profumi, anche i suoi abitanti hanno caratteristiche originali che li rendono in molti casi un'eccezione nel panorama comune della consuetudine.

Forse è per queste ragioni che personaggi originali e dalla fantasia pronunciata trovano spazio alla loro innata creatività e pur non riuscendo a diventare personalità celebri fuori dai confini territoriali sono, localmente, un vulcano in piena attività dalle mille idee, uno di loro Theo Chanel, nome d'arte di Giancarlo Canale, classe 1946.

Grandi occhiali scuri, un cappello di panno su cui uno scorpione ricamato pare a difesa dei suoi pensieri, le mani con numerosi anelli d'argento e tanta voglia di raccontare la sua vita, intensa e ricca di avventure al punto che l'idea di scriverne un libro per raccontare le sue avventure sembra davvero riduttivo.

Le sue sono opere decisamente particolari, tratti articolati come i suoi pensieri. Sembra che la punta dei suoi pennarelli così come quella del suo pirografo seguano il fluente discorso del racconto di una vita che il destino ha reso vitale e complesso quale unico premio, negando in realtà una celebrità a cui Theo aspira ancora. Eppure guardando le sue opere si intravede tutta la sua genuinità, lo spirito libero che lo anima e che ha sempre guidato i suoi fantastici macchinari, le sue invenzioni ed i suoi quadri futuristici.

Gabriele Lia

Gabriele Lia è nato a Bordighera nel 1990, un ragazzo come molti, dal viso luminoso e il pensiero vivace. Allegro e sempre cordiale, nasconde un animo profondo al quale da circa un anno ha dato modo di esprimersi attraverso l’arte. Iniziato quasi per gioco, come rimedio a un momento di difficoltà emotiva, ha iniziato a lavorare la creta realizzando vasi aggraziati, nei quali proponeva composizioni di piante e fiori.

Quasi timidamente ha affrontato per la prima volta un monolite di gasbeton da cui in breve tempo hanno preso forma sculture dai contorni lineari, ma intensi, come sicuramente è il suo giovane spirito impulsivo. In un crescendo di intensità le sue opere mostrano il profondo legame con il primitivo, l’art brut tanto cara a Marcello Cammi di cui Gabriele ha sentito il fascino ammirando le sue opere. Ma di Cammi non ha subito, buon per lui, la sofferenza e gli stenti e quindi è luce, potenza, vita ciò che esce dai suoi manufatti.

Una simbologia vagamente fallica, inevitabile e prorompente energia pregio della giovane età, curve aggraziate e sensuali come sogni accarezzati nella notte. I suoi soggetti sono come dei, eterei pensieri maturati durante la lavorazione o tenuti in serbo nella mente per poi fiorire la notte, quando predilige lavorare nel suo laboratorio. “Non ho mai un soggetto da realizzare, inizio a scolpire il blocco di calcestruzzo e il mio pensiero prende forma”.

A oggi ha già realizzato sette otto opere di un certo rilievo e il giudizio della critica è buono. Sicuramente Gabriele maturerà la sua passione e sentiremo presto parlare di lui. Presentarsi pe runa prima mostra al Palazzo del Parco abbinato a un artista conosciuto in città come Teo Chanel è per lui insperato risultato, come ci tiene a sottolineare. Ma noi sappiamo che è solo il punto di partenza per un’anima che parla con il suo profondo in modo così chiaro e potente.

 

Qui tutti i programmi invernali

In questa pagina, nelle settimane che verranno, troverete tutta la programmazione di Bordighera. In particolare: Gli spettacoli e le proposte di Bordighera Natale 2016 I Concerti...

Per saperne di più >

Occitani e Orchestra di Fiati

E’ con grande dispiacere che il Comune di Bordighera informa che sia l’incontro che il concerto con il popolo Dogon previsti, rispettivamente il 2 e 3 agosto, non potra...

Per saperne di più >

Il grande Concerto degli Orage

Mercoledì 20 agosto, Centro Storico, Arena della Scibretta, ore 21.15 Rassegna “Touscouleurs” sesta edizione.  L’Orage è un gruppo musicale...

Per saperne di più >