Italiano

Credito imposta del 65% per donazioni a...

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha introdotto recentemente delle importanti novità in materia di erogazioni liberali applicate ai beni culturali, con il provvedimento denominato “Art-bonus”, che incentiva le donazioni private (di aziende e singoli cittadini) attraverso un credito d’imposta pari al 65% dell’importo donato. Il provvedimento è contenuto nel Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83, Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, convertito con modificazioni dalla L. 29 luglio 2014, n. 106 (in G.U. 30/7/2014, n. 175).

In particolare, sarebbe auspicabile inserire in evidenza sul proprio sito istituzionale, nonché su quelli delle istituzioni culturali che possono essere destinatari delle donazioni, una specifica sezione contenente le procedure per effettuare le donazioni, l’elenco dei soggetti e degli interventi su cui è possibile effettuare le donazioni (che andrebbero preliminarmente determinati dal Comune in base alle fattispecie previste dal decreto “Art - Bonus"), le modalità con cui effettuare la donazione, oltre ai riferimenti telefonici ed email a cui rivolgersi per informazioni. Nella stessa sezione del sito si potrà poi dare opportuna informazione sui contributi raccolti e sulle modalità del loro utilizzo (come prevede la legge).

In linea di massima il modo più semplice per effettuare la donazione sarebbe tramite un bonifico bancario con la causale ben specificata (ad esempio: “donazione a favore della biblioteca comunale di oppure “donazione a favore del restauro del monumento ... eseguito dal Comune ...”). La ricevuta andrebbe poi conservata dal cittadino ed esibita in sede di dichiarazione dei redditi per avere diritto allo sgravio fiscale tramite credito d’imposta.

Il provvedimento è già in vigore, per cui sarebbe opportuno informare i cittadini e le imprese in modo da renderli in grado di fare le donazioni a valere dall’anno fiscale 2014. Maggiori dettagli per quanto riguarda le questioni fiscali si posso trovare nella Circolare della Agenzia delle Entrate, n. 24E del 31 luglio 2014 - disponibile all’indirizzo: http://www.beniculturali.it

Di seguito indichiamo in modo schematico le disposizioni contenute nella Legge.

Credito d’imposta del 65% per le donazioni a favore di:

1)   Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, protezione e restauro dei beni culturali pubblici;
2)   Musei, siti archeologici, archivi e biblioteche pubblici (per il loro sostegno o per specifiche attività);
3)   Teatri pubblici e Fondazioni lirico sinfoniche (per il loro sostegno o per specifiche attività).

Il credito d’imposta è riconosciuto:

1)   Alle persone fisiche e agli enti non commerciali nel limiti del 15% del reddito imponibile;
2)   Ai soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5%o dei ricavi annui.

Il credito d’imposta è ripartito in tre quote annuali di pari importo (per le imprese è utilizzabile in compensazione).

Obbligo per i soggetti beneficiari delle erogazioni liberali

I soggetti beneficiari delle erogazioni liberali devono comunicare mensilmente al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo l’ammontare delle erogazioni liberali ricevute nel mese di riferimento; devono provvedere altresì a dare pubblica comunicazione di tale ammontare nonché della destinazione e dell’utilizzo delle erogazioni stesse, anche con una apposita sezione nei propri siti web istituzionali. Sono fatte salve le disposizioni del codice in materia di protezione dei dati personali.

La citata disposizione, come precisato nella relazione illustrativa al disegno di legge di conversione, è finalizzata a favorire e potenziare il sostegno del mecenatismo e delle liberalità al fondamentale compito della Repubblica di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale. Ciò premesso, con la presente circolare – condivisa con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – si forniscono i primi chiarimenti
interpretativi sulla nuova misura agevolativa.

Se interessati, leggete il documento allegato

Downloads

Il visitatore entusiasta

Il mare d'inverno a Bordighera... Caro Website di Bordighera Mi affido a te per trasmettere al mondo quanto Bordighera meriti di esser visitata al di là del periodo estivo...

Per saperne di più >

Servizi QRcode e Cip!

L’Amministrazione Comunale di Bordighera fin dall’inizio del suo mandato ha ritenuto di prestare particolare attenzione al processo di informatizzazione dei pubblici se...

Per saperne di più >

Servizio Meteo per Bordighera

E' attivo il Servizio Meteo per Bordighera. Il link sarà visitabile in modo permanente nella pagina dei Servizi Il servizio è fornito dall'Aeronautica Militare...

Per saperne di più >