Italiano

Alexej Jawlensky

Alexej Jawlensky Nervi, Sanremo, Bordighera, Sestri Levante, Rapallo. Tra Ottocento e Novecento, ma soprattutto nel 1917, le due riviere liguri furono assiduamente frequentate da turisti e transfughi russi. Intellettuali, uomini politici, artisti, poeti, molti dei quali in fuga dalle Guardie Rosse, scelsero la Liguria come patria ideale. In particolare Alexej Jawlensky trascorre a Bordighera due settimane nel 1914, tra cure termali e "feste di natura".

da suppl. di " Repubblica " del 27 novembre 2001.
Immagine: Casa a Bordighera (1914).

Pio VII

Nel 1813 Pio VII, ormai libero dalla prigionia napoleonica aveva intrapreso il viaggio di ritorno verso Roma. Una cronaca del tempo narra che, avendo sostato a Bordighera, fu erett...

Per saperne di più >

Giardini Moreno

Charles Garnier lo trovava  "meraviglioso" e Claude Monet "fantasmagorico". "Nel Giardino Moreno" raccontava Antonio Fogazzaro "c'è una vegetazione che stordisce". Era ...

Per saperne di più >

07. Nel 1543

L'armata turca assedia Nizza. Squadre di pirati si spingono all'assalto della Riviera Ligure. Sbarcano all'Arziglia, la spiaggia a levante di Bordighera, risalgono fino a Seborga e...

Per saperne di più >