Italiano

Alexej Jawlensky

Alexej Jawlensky Nervi, Sanremo, Bordighera, Sestri Levante, Rapallo. Tra Ottocento e Novecento, ma soprattutto nel 1917, le due riviere liguri furono assiduamente frequentate da turisti e transfughi russi. Intellettuali, uomini politici, artisti, poeti, molti dei quali in fuga dalle Guardie Rosse, scelsero la Liguria come patria ideale. In particolare Alexej Jawlensky trascorre a Bordighera due settimane nel 1914, tra cure termali e "feste di natura".

da suppl. di " Repubblica " del 27 novembre 2001.
Immagine: Casa a Bordighera (1914).

Arziglia

L'Arziglia Era la spiaggia dei pescatori. La pesca un tempo era uno dei mestieri più diffusi tra i bordigotti, che trovavano "in grande abbondanza" acciughe, sardine, sgomb...

Per saperne di più >

Via Vittorio Veneto

Via Vittorio Veneto é una delle strade storiche della città in quanto vi abitavano diverse famiglie inglesi. In questa via infatti, che collega Via Vittorio Emanuele ...

Per saperne di più >

I Liguri

In epoca storica, a partire all'incirca dal 1000 a. C., compatta e raccolta nel bacino del Roia è stanziata la famiglia dei Liguri Intemeli, che con le altre fa parte della ...

Per saperne di più >