Italiano

Bordighera Regina delle Palme

Bordighera Regina delle Palme

BORDIGHERA REGINA DELLE PALME

L'architetto francese Charles Garnier, che ha una villa a Bordighera, trova che questa città somiglia più alla Palestina che all'Italia. Le palme di Bordighera stupiscono lo scrittore inglese Charles Dickens e seducono il grande pittore impressionista Claude Monet. "In nessun altro posto della Riviera - riconosce nel 1899 il botanico tedesco Edoardo Strasburger - le palme crescono altrettanto bene e vi si trovano in così gran numero". Le palme più famose sono rappresentate dalla "Phoenix dactylifera" la palma da dattero, introdotta, secondo la tradizione, dall'anacoreta Ampelio. Secondo un'altra teoria i primi noccioli di dattero sarebbero stati lasciati dai fenici. Quello di Bordighera è il palmeto di dattilifere più settentrionale del mondo (43 gradi di latitudine). Un magistrato delle palme organizzava la produzione e la vendita delle piante. E' da queste che vengono ricavati i "parmureli", le pallide foglie, abilmente intrecciate, esibite nella domenica che precede la Pasqua.

da "Bordighera" di A.Besio, 1998, SAGEP-Genova.
Foto: Una Jubaea chilensis da "Le Palme ornamentali per i giardini della riviera" di D. Jacquemin.

Ville della Regina Margherita

Villa Margherita (alta su Via Romana) era la residenza privata della regina Margherita di Savoia (1851-1926), affezionatissima ospite di Bordighera. Arrivò in città l...

Per saperne di più >

Hermann Nestel

Nel 1882 giunse nella nostra regione Hermman Nestel per illustrare il volume "Die Riviera". Colpito dalla straordinaria belleza della zona nel 1887 Nestel su trasferì defini...

Per saperne di più >

Giacomo Rastello

Così Dino Taggiasco  in "Bordighera: storia e leggenda, usi e costumi, istituzioni e cittadini benemeriti " descrive il dottor Giacomo Rastello: " Diremo infine di un s...

Per saperne di più >