Italiano

Claude Monet

Claude Monet

"Tutto è mirabile, e ogni giorno la campagna è più bella, ed io sono stregato dal paese" scrive Claude Monet nel 1884 al suo mercante parigino Durand-Ruel. Gli scrive da Bordighera, dove è arrivato il 18 gennaio. Monet abita alla Pension Anglaise; qui pensa di realizzare cose interessanti giacché "qui tutto è bellezza e il tempo è superbo". Lavora "en plein air", cercando di catturare su tela la magia dei colori. Lo colpiscono il "mare blu", le palme esotiche e l'esuberante vegetazione del Giardino Moreno del quale dice "un giardino come quello non rassomiglia a niente, è semplicemente fantasmagorico, tutte le piante dell'universo sembrano crescervi spontaneamente". E' spesso inquieto e insoddisfatto: " Vorrei fare degli aranci e dei limoni che si stagliano contro il mare azzurro, non riesco a trovarli come voglio. Quanto all'azzurro del mare e del cielo è impossibile". Ritrae la Via Romana e la Città Vecchia vista da lontano, dall'alto della Torre dei Mostaccini e il Vallone del Sasso. Esplora l'entroterra. Monet lascia Bordighera il 3 aprile. In settantanove giorni il maestro dell'impressionismo ha dipinto oltre cinquanta tele. Straordinaria memoria di un magico incontro. Recentemente la città di Bordighera ha intitolato a Claude Monet dei giardini che sono parte dei Giardini Moreno ora scomparsi.

da "Bordighera" di A. Besio,1998,SAGEP-Genova.
Foto: I colori di Monet da "Monet a Bordighera "

 

Downloads

Lodovico Winter

Lodovico WinterUn articolo scritto nel 1954 da Raoul Zaccari, Senatore della Repubblica e Sindaco di Bordighera dal 1946 al 1965. Perenne giovinezza dello spirito di Lodovico Wi...

Per saperne di più >

La Madre di Elisabetta II

ELISABETTA, MADRE DI ELISABETTA IILa madre di Elisabetta II di Inghilterra venne per la prima volta a Bordighera nel 1910. In un primo tempo abitò con la madre a Villa Poggi...

Per saperne di più >

Approfondimenti

In questa sezione potete consultare  delle schede di approfondimento storico sulla città di Bordighera.

Per saperne di più >