Italiano

Stefano von Neuhoff

Stefano von Neuhoff
Nel 1894 venne a Bordighera Stefano Neuhoff che seppe trarre largo profitto dall'esperienze del Winter, che egli tanto ammirava. Neuhoff introdusse nelle nostre coltivazioni quella, importantissima, della mimosa, che così tanto si svilupperà nella nostra zona. Questo vero re della mimosa produsse milioni di piantine nel proprio terreno di Piani di Borghetto; altre numerose ne importò da case nazionali ed estere, che così gremirono le nostre colline dando la ricchezza a tanti proprietari. Neuhoff fu molto ammirato dalla Principessa di Hohenloe che dimorò per qualche tempo all' Hotel Angst. La guerra gli fu assai funesta e distrusse il lavoro che aveva prima compiuto, ma con ferrea volontà egli seppe affrontare un'altra volta l'avvenire. Stefano Neuhoff, seguace del Lambert di Nizza che aveva trovato il metodo dell'innesto sulla Floribunda creando così piante più resistenti, riuscirà a realizzare per la sua clientela delle piante bene acclimatizzate che resistevano persino a undici gradi sotto zero.

da "Bordighera, storia e leggenda, usi e costumi, istituzioni e cittadini benemeriti" di Dino Taggiasco.

Chiesa di Terrasanta

La Chiesa di TerrasantaPadre Giacomo Viale (1830-1912), importante francescano attivo a Bordighera tra Otto e Novecento, nel 1877 sentì la necessità di costruire una ...

Per saperne di più >

Villa Garnier

Villa GarnierNel marzo del 1871, in seguito ai drammatici avvenimenti della guerra franco-prussiana, Garnier soggiornò nella cittadina di Mentone a villa Santa Maria, ospit...

Per saperne di più >

15. Nel 1903

1903Edmondo De Amicis dedica una delle sue spiritose "Pagine Allegre" a Bordighera, ribattezzata "Paradiso degli Inglesi". Durante la stagione invernale, la col...

Per saperne di più >