Italiano

Via Vittorio Veneto

Via Vittorio Veneto

Via Vittorio Veneto é una delle strade storiche della città in quanto vi abitavano diverse famiglie inglesi. In questa via infatti, che collega Via Vittorio Emanuele con la Via Romana, si trovano alcuni dei santuari religiosi e laici frequentati dalla comunità straniera: la Chiesa Anglicana, la Chiesa Valdese, i Giardini Lowe, la Victoria Hall, il Tennis Club. Al numero 34 si trovava Casa Coraggio, dove trascorreva le sue vacanze e morì Edmondo De Amicis che fu non solo l'autore del celeberrimo "Cuore" ma anche un conoscitore raffinato della nostra Bordighera. A Casa Coraggio abitò per  ventitré anni (dal 1879 al 1902) lo scrittore scozzese George Mc Donald (1879-1902), sceso a Bordighera nella speranza che il clima dolce e salubre della città riuscisse a guarire le figlie, malate di tisi. In un vasto salone, capace di contenere duecento persone, Mac Donald organizzava spettacoli, incontri letterari, concerti, feste per bambini. Ogni mercoledì presentava e leggeva in pubblico i versi dei più importanti poeti inglesi. Alla morte dello scrittore (la famiglia riposa nel cimitero inglese di Bordighera), Casa Coraggio fu venduta e divenne un albergo, l'Hotel de la Reine. Chiuso l'albergo, Casa Coraggio è stata trasformata in condominio.                     

da "Bordighera" di A. Besio,1998,SAGEP-Genova.
Foto: Casa Coraggio in Via Vittorio Veneto.

14. Nel 1887

1887Lo scrittore francese Stéphen Liégeard celebra "i grandi alberghi di Bordighera che assicurano soggiorni di altissimo livello. Bordighera - assicura Li&eacut...

Per saperne di più >

Luigi Allavena

Luigi Allavena fu un delicato acquarellista. Nessuno meglio di lui ha illustrato gli angoli più suggestivi della Bordighera Vecchia, i suoi vicoli, le sue palme e la sua gen...

Per saperne di più >

11. Nel 1818

1818La nuova strada da Parigi a Genova, voluta da Napoleone, ribattezzata "La Grande Cornice", migliora le comunicazioni lungo la Riviera, che prima di allora era attrav...

Per saperne di più >