Italiano

Ville della Regina Margherita

Ville della Regina Margherita

Villa Margherita (alta su Via Romana) era la residenza privata della regina Margherita di Savoia (1851-1926), affezionatissima ospite di Bordighera. Arrivò in città la prima volta nel 1879; scese al Cap Hotel, quindi fu ospite di Rafael Bischoffsheim, ricchissimo banchiere tedesco, nella villa (attigua a villa Margherita) che questi aveva fatto costruire nel 1873 dall'architetto Charles Garnier. Villa Bischoffsheim, dove il padrone di casa riceverà, tra i tanti illustri amici, il chimico francese Louis Pasteur, verrà abitata in seguito da una famiglia inglese che la ribattezzerà Etelinda; sarà poi acquistata dalla stessa regina Margherita. Nel 1914, la sovrana deciderà di costruire, in posizione leggermente rialzata, una nuova e più vasta abitazione, progettata in stile neobarocco dall'architetto Luigi Broggi, inaugurata il 25 febbraio 1916, residenza ufficiale della regina durante la stagione invernale. A Villa Margherita, nell'aprile del 1925, si incontreranno il principe Umberto di Savoia e la principessa Maria José del Belgio; e qui, il 4 gennaio 1926, si spegnerà, a 74 anni la sovrana. "Addio regina buona e soave", così la piangerà "Il SecoloXIX". I Savoia doneranno la villa all'Associazione Nazionale delle Famiglie dei Caduti e Dispersi in Guerra, che tutt'oggi la gestisce come casa di soggiorno. Vale la pena poi ricordare che attualmente il Vivaio Walter Branchi di Orvieto ha a disposizione la "Reine Marguerite d'Italie", una rosa veramente rara e di grande fascino, dedicata dal vivaio belga Soupert & Notting alla regina d'Italia nel 1904. Il rosaio fa parte del gruppo delle "Ibride di thé", vigoroso e con fogliame verde scuro. I fiori sono grandi e pieni con petali serrati di colore carminio scuro. Il profumo é intenso.

da "Bordighera" di A. Besio,1998,SAGEP-Genova.
Foto: Una delle ultime immagini della  Regina Margherita

Rafael Bischoffsheim

IL BANCHIERE RAFAEL BISCHOFFSHEIMRafael Bischoffsheim fu uomo di particolare munificenza, contribuendo a finanziare opere intese a migliorare la nostra viabilità. Offr&igrav...

Per saperne di più >

Oratorio di S, Bartolomeo

Nel Centro Storico, a pochi passi dalla Chiesa Parrocchiale si trova l'Oratorio di San Bartolomeo, tardo quattrocentesco. Qui, come testimonia una lapide sulla facciata "Il 3 marzo...

Per saperne di più >

Il Palazzo Comunale

E' uno dei numerosi edifici di Bordighera progettati dall'architetto Charles Garnier. In principio era una scuola; divenne poi sede del municipio. Sulla facciata campeggia lo stemm...

Per saperne di più >