Italiano Italiano

The Day after Xmas

Lunedì 26 dicembre, Chiesa Anglicana, ore 17.00, Liber Theatrum presenta The Day after Xmas. Spettacolo per adulti e bambini. Regia Claudio Vecchio & Claudio Ristagno. Supervisione Diego Marangon. A Natale si è tutti più buoni, ma il giorno dopo è ancora Natale? E' la giornata degli avanzi, ma anche delle riflessioni e dei bilanci. La slitta di babbo Natale riprende il suo viaggio per "tornare a casa" ed ecco iniziare anche un viaggio nel tempo e dentro ognuno di noi, perché non si rimane mai abbastanza bambini per vivere il Natale e non si cresce mai abbastanza per desiderare di ignorarlo. 

E' in programma per Lunedì 26 Dicembre alle ore 17,00 – ad ingresso libero - all'interno della Chiesa Anglicana e nell'ambito degli eventi natalizi organizzati dalla Città di Bordighera, il nuovo spettacolo teatrale di “LIBER theatrum” dal titolo assolutamente appropriato al periodo delle feste di fine anno: “The day after 'Xmas”. Al loro esordio, nella ideazione, scrittura e direzione dell'originale lavoro, Claudio Vecchio e Claudio Ristagno, con la supervisione alla regia di Diego Marangon. Costumi di Anna Vigliarolo e Teresa Bannino, illustrazione grafica di Marta Siliato. Alla parte tecnica Stefano Hutter. Un lavoro corale, impegnativo e molto articolato che vedrà in scena ben 21 interpreti alle prese con la festa per eccellenza: il Natale e, in particolare, “The day after...” - il giorno dopo - in cui è lecito chiedersi se sia ancora Natale! E' la giornata degli avanzi, ma anche delle riflessioni e dei bilanci. La slitta di Babbo Natale riprende il suo viaggio per "tornare a casa" ed ecco iniziare anche un viaggio nel tempo e dentro ognuno di noi, perché non si rimane mai abbastanza bambini per vivere il Natale e non si cresce mai abbastanza per desiderare di ignorarlo. Uno spettacolo in cui la magia della festa per eccellenza viene vivisezionata e analizzata, proprio per cercare di ritrovarne l'essenza più sincera e antica. Immagine per: The Day after XmasUn modo per affascinare ancor di più e non disilludere i più piccoli, facendoli ridere e sorridere, ma anche per fare riscoprire, soprattutto agli adulti, cosa significa veramente questa festa. Perché abbiamo tutti bisogno di un Natale che sia più dolce, più intimo, anche più povero se necessario, in contrasto con quello sempre più arido, vuoto, ripetitivo, scontato, quasi assente, che ogni anno ci travolge senza riuscire ad emozionarci veramente. Per ritrovare e fare riscoprire il vero senso di questo giorno. Perché il Natale si festeggia si una volta l'anno, ma i suoi valori fondanti dovrebbero essere vissuti e coltivati tutti i giorni, nel quotidiano, nella famiglia, nelle amicizie, nella comunità. Ecco che allora accanto ai personaggi tipici di ogni Natale si intrecciano le storie di ognuno di noi: quelle sorridenti, allegre, alcune pure divertenti, ma anche quelle drammatiche, tristi, semplicemente malinconiche, con cui ogni giorno abbiamo a che fare. Tutte le cose belle che ci fanno sperare in un futuro migliore, ma anche tutte quelle brutture del mondo che almeno a Natale, per un giorno, vogliamo e proviamo da un lato ad accantonare e dimenticare e dall'altro a dedicargli invece un pensiero in più, forse anche una lacrima e un momento di commozione, cercando di comprenderle, se non addirittura di capirle e risolverle, credendo così di purificarci e quietare le nostre coscienze.

INFO: 3386273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com

Allegati